I Guadiani di Atlantide

lunedì, agosto 29, 2011

New York - Preferisco l'Europa

Per il Pescetto e tutti quelli che hanno passato la seconda metà di luglio a cercare di convincermi che New York fosse una città meravigliosa, che avrei cambiato idea e che me ne sarei innamorata: non posso dire che sia una brutta città (in classifica sta sopra a Roma e Firenze), ma non è una città meravigliosa nè tantomeno me ne sono innamorata. L'Europa è meglio, molto meglio!
Certo a NY ci sono dei negozi meravigliosi (il Christmas Cottage, l'HBO Shop, l'Hard Rock Cafè, il Toys'R'Us di Time Square) di cui mi sono innamorata, ma non della città in sè.
Probabilmente se avessimo potuto girarla a nostro gusto:
-dedicando al Museo di Storia Naturale un giorno intero e non un'ora e mezza l'ultima mattina;
-senza essere costretti ad andare due volte, ripeto 2 volte, da Macy's
-dedicando alla ricerca di alcune location cinematografiche anche un giorno intero e non meno di un'ora sentendoci addosso gli sguardi infuocati perchè rischiavamo di far tardi per il pranzo;
-evitando di farci svenare da Smith&Wolensky il primo giorno perchè qualcuno aveva voglia di una bistecca;
-dedicando a Central Park almeno un pomeriggio e non l'attraversamento veloce a tempo di record dalla 7a alla 5a all'altezza della 72esima;
-evitando di mangiare pizza una sera sì ed una no, e mangiando un hamburger solo l'ultima sera;
-dedicando allo shopping il tempo che volevamo senza essere cronometrati;
-evitando di svegliarci alle 7.30 per essere alle 8 nella hall per andare a fare colazione e poi all'Hudson News del Grand Central Terminal a comprare il Corriere della Sera per poi fare pochissima strada lì intorno e a mezzogiorno e mezzo mangiare e poi tornare in albergo perchè l'85enne alle 6 è sveglio e vuole fare colazione e vuole leggere un giornale italiano e non riesce a camminare più di tanto e il pomeriggio dorme (tutto sacrosanto per un'85enne, ma che allora se ne stia a casa, o vada in crocera o in un villaggio turistico!)
-godendoci 10 giorni da soli e non avere per noi soli 2 pomeriggi ed una mezza mattina;
forse così avrei potuto anche apprezzarla di più.

Ho bisogno di una Viperata!
Seguono foto

4 commenti:

Locomotiva ha detto...

Il problema non è New York.

Sono i parenti...

(che, visitata senza gente con le fisse ed i programmi ma lasciandosi trasportare, si finisce in posti come negozi di stoffe Yiddish per cercare un mantello da Padmè, e vedi che Woody Allen non si è inventato niente)

Nicla ha detto...

Ma era un viaggio organizzato? :(

Kitchan ha detto...

@ Locomotiva: facevamo programmi giornalieri, ma poi nessuna giornata è andata come avevamo programmato la mattina.
E New York non è il mio genere di città.

@ Nicla: era organizzato a metà, nel senso che l'agenzia viaggi ha pensato a voli e hotel (facendo in questo caso una scelta pessima), poi una volta là non avevamo, teoricamente, cose scelte ed imposte da altri.

SoldierBlue ha detto...

In effetti... Comunque le foto sono belle, torniamoci solo noi! Mi pago la camera singola, giuro! :PPPPP