I Guadiani di Atlantide

lunedì, settembre 14, 2009

Bisogni

Mi hanno detto una cosa. E più ci rifletto, più penso che sia vera.
"Tu senti il bisogno di leggere"
Ieri pomeriggio mentre tornavo a Milano in macchina, pensavo che se fossi stata in treno avrei potuto leggere. Più tardi mentre quiltavo, mi chiedevo come andasse avanti il libro che sto leggendo. E dopo, invece di dormire, leggevo. Ad un certo punto mi sono dovuta imporre di chiudere il libro (alla fine di un capitolo) e spegnere la luce, ma la tentazione di andare avanti a leggere finchè non avessi finito il libro, l'avevo. Nonostante sapessi che stamattina la sveglia avrebbe suonato presto, non riuscivo a mettere giù il libro.
L'unico momento in cui non ho pensato che avrei potuto leggere è stato mentre guardavo un pezzo Iron Man e dopocena mentre guardavo NCIS e Harper's Island, insomma mentre mi venivano raccontate altre storie.
Non è solo una questione di trama intrigante, o libro ben scritto. La mattina a tavola da piccola leggevo tutte le scritte sul cartone del latte e poi sulla confezione dei biscotti. E se sono in tavola lo faccio anche ora. Per non parlare delle etichette delle bottiglie d'acqua. Insomma, per me la parola scritta ha un fascino irresistibile.
Potrei benissimo venire al lavoro a piedi, ed ogni tanto butto lì che non mi dispiacerebbe usare la bicicletta, ma poi rifletto che in bicicletta non potrei leggere, e quindi non verrò mai a lavoro in bicicletta, i mezzi pubblici vanno benissimo: qualcun altro guida, sta attento al traffico, ed io leggo!

1 commento:

Nicla ha detto...

Mitica Rabè! W la librite ^^ ...e la leggite ^^